mercoledì 13 gennaio 2010

Lasagne abruzzesi

Qualche giorno fa John Turturro, attore noto in Italia per aver partecipato al bellissimo film di F. Rosi La tregua, ha dichiarato in un'intervista ad un quotidiano che secondo lui, l'Italia più che una nazione potrebbe essere definita un continente, per il numero di regioni, di dialetti, per la grossa differenziazione gastronomica regionale e via discorrendo.
E' proprio quello che ho pensato preparando questo post: le lasagne, uno dei piatti tipici italiani, uno di quelli che rappresenta e connota la nostra cucina all'estero, sono presenti in molte regioni italiane, con una sua ricetta caratteristica, preparata con i prodotti tipici del posto.
Oltre alle
lasagne alla bolognese, sicuramente la versione più famosa, ci sono le lasagne marchigiane, i cosiddetti vincisgrassi, le napoletane, che si preparano il martedì grasso, e senza fare il giro di tutte le regioni, quelle abruzzesi.
Come sapete, a me piace molto studiare la storia gastronomica regionale, e approfondendo la cucina del centro sud, ho letto diverse ricette relative alle lasagne abruzzesi, e poichè non ho trovato una ricetta canonica, l'ho preparato, variandola e modificandola un pò, secondo il mio gusto, e come al solito, per allegerirla un pò.
Il risultato è stato davvero molto buono, un tripudio sapori, dato da una serie di ingredienti ben amalgamati.



Tutti ingredienti, o quasi, del centro sud, quindi pecorino romano, scamorza e ricotta.



La preparazione è un pò lunga ma ripaga.








Lasagne abruzzesi

Ingredienti per 4 - 6 persone

per la pasta:

100 g. di farina 00,
100 g. di semola,
2 uova,

per il sugo:

100 g. di polpa di scottona,
100 g. di lonza,
80 g. di prosciutto crudo,
50 g. di prosciutto cotto,
200 g, di scamorza,
200 g. di ricotta,
pecorino grattugiato,
2 uova,
55 cl di passata di pomodoro,
1 piccola cipolla dorata,
1 aglio,
peperoncino,
rosmarino,
pangrattato,
olio extravergine di oliva,
latte,
sale.

Per la preparazione della pasta cliccate qui; nel frattempo preparate il sugo e le polpettine:
tritate la scottona, la lonza e il prosciutto, in un filo d'olio rosolate la cipolla precedentemente tritata, aggiungete il prosciutto, 60 g. di scottona, 60 g. di lonza, la passata di pomodoro e un pizzico di peperoncino, salate e fate cuocere a fuoco medio per circa un paio d'ore.
Intanto preparate le polpettine: amalgamate le restanti carni con un uovo, il pecorino grattugiato, l'aglio tritato, un pizzico di peperoncino, qualche ago di rosmarino tritato, e un paio di cucchiai di pangrattato, formate delle polpettine piccole come nocciole, passatele nel pangrattato, ungetele leggermente e cuocetele sotto al grill per circa 10 - 15 minuti, o fino a quando risulteranno dorate.
Rassodate il restante uovo e tagliatelo a pezzi, tagliate a fette sottili la scamorza.
Tirate la sfoglia, quanto più sottile possibile, e preparate le lasagne; lessate al dente le sfoglie in acqua bollente e salata, scolatele, fatele raffreddare in acqua fredda, e asciugatele su un canovaccio.
Stemperate la ricotta con un pò di latte, e tritate grossolanamente il prosciutto.
Ungete una teglia, formate uno strato di pasta, ricopritelo col sugo, il prosciutto cotto, le polpettine, la scamorza, la ricotta, le uova sode, il pecorino grattugiato, formate altri 4 strati; ricoprite l'ultimo con tutti gli ingredienti, e ponetela in forno preriscaldato a 200° per circa 15 - 20 minuti, fatela intiepidire e con un coppapasta quadrato preparate le porzioni.




Come vino ho abbinato un Montepulciano d'Abruzzo.

10 commenti:

Lady Boheme ha detto...

Un piatto ricco di sapore, succulento! Bravissima nell'esecuzione! Baci

Terry ha detto...

Anche a me piace esplorare e conoscere le carie cucine regionali, raccontano storia e tradizione del nostro paese che è davvero una tavolozza di sapori, a volte comuni a volte diversi, di accenti, storie....

bella questa proposta delle lasagne abruzzesi!

:)

ciao

Terry
http://crumpetsandco.wordpress.com/

rossella ha detto...

Davvero un tripudio di sapori questa lasagna, deve essere favolosa anche se un attentato alla linea bravissima!!!!

Simo ha detto...

Non ho mai assaggiato questa lasagna, ma mi tufferei nel monitor in questo momento preciso!
Un bacione

Tania ha detto...

Non è un caso se la cucina italiana è così apprezzata nel mondo, e a ragione, possiamo ben dirlo!
Le lasagne che ci proponi sono un esempio della fusione di gusto e tradizione, sicuramente da provare!

Giovanna ha detto...

Lady Boheme, grazie!

Terry, grazie! La nostra nazione è proprio ricca di cultura e tradizioni.

Rossella, grazie! Eh si, purtroppo, un vero attentato alla linea!

Simo, grazie! Tuffati, tuffati...

Tania, grazie!

Baci Giovanna

rebecca ha detto...

che ricchezza di sapori! scusa la mia ignoranza ma cos'è la scottona?complimenti per la meraviglia culinaria!!
ciao Reby

FairySkull ha detto...

cavolo sembrano davvero buonissime !!!

sally ha detto...

Che dire, alla lasagna è sempre difficile dire di no. Ne ho mangiate tante e di diversi tipi, questa versione mi manca, davvero ricca, ma credo che per una volta si possa osare...o no?;-P

Giovanna ha detto...

Rebecca, grazie! La scottona è carne bovina.

FairySkull, benvenuta e grazie!

Sally, grazie! Si osiamo, ed ache più di una volta!

Baci e buona domenica Giovanna