sabato 27 dicembre 2008

Tortano


Questa ricetta, veramente poco natalizia, anzi per dirla tutta molto pasquale, nasce da un'esigenza: consumare un panetto di burro in scadenza, ingredienti che uso poco, e che avevo comprato per un errore di valutazione.

Dunque, il burro, calorie a parte, doveva essere consumato, e dopo aver scartato una serie di idee/ricette: biscotti, ciambelle, dolci, sfogliando un libro di cucina interamente dedicato al pane, pizze e torte salate, praticamente per me, il paese della cuccagna!, ho trovato una ricetta salata, il tortano, pizza salata che noi napoletani cuciniamo per la gita - mai fatta! - di pasquetta.

Il nostro tortano, come l'altra versione, il casatiello, viene preparata con lo strutto, il burro non rientra proprio nelle abitudini del sud, nelle mie neanche lo strutto, a costo di essere tacciata di eresia il casatiello lo preparo con l'olio.

L'idea mi è piaciuta, avevo in frigo da consumare del prosciutto crudo, e quindi cambiando completamente gli ingredienti, e diminuendo leggermente la quantità di burro è venuto fuori questo tortano, delizioso.
L'impasto era morbido e fragrante, molto profumato. Insomma, da rifare. Non subito però, troppo burro, formaggi e uova...



Tortano

300 g. di farina,
100 g. di scamorza dolce,
80 g. di provolone,
50 g. di prosciutto crudo,
40 g. di strolghino – salame di culatello,
30 g. di pecorino grattugiato,
70 g. di burro,
2 uova sode,
25 g. di lievito,
sale e pepe.


Sciogliete in un pò d'acqua tiepida il lievito e con due cucchiai di farina formate un panetto. (Lievitino). Copritelo e fate lievitare per circa 30 minuti.
Sulla spianatoia fate la fontana con la farina e al centro mettete il lievitino, il sale, il pepe, il pecorino grattugiato, il burro morbido a pezzetti e preparate l'impasto.
Fate lievitare per un'ora e mezzo.
Stendete l'impasto e distribuite gli ingredienti precedentemente tagliati a dadini; arrotolatelo, chiudetelo a ciambella e ponetelo in una teglia imburrata, lasciatelo lievitare per 2 ore. Cuocetelo in forno già caldo a 180° per circa 40 minuti.



Come vino senza indugio, dato il carattere rustico della preparazione ho abbinato un rosso di Gragnano.

6 commenti:

Mary ha detto...

si è vero da piu di pasqua , però è anche molto gradito in questo periodo ...è molto invitante !

Giovanna ha detto...

Grazie Mary, sei molto gentile. Buon anno Giovanna

Simo ha detto...

E chi se ne importa se è pasquale o no....è fantasticaaaaa!!!!!!!!
Ciao giovanna, bacioni!

Giovanna ha detto...

Grazie Simo. Baci Giovanna

Mestolo e Paiolo ha detto...

A me sembra semplicemente molto buona!
Tanti auguri di buon anno nuovo!
Un abbraccio,
Stefano

Giovanna ha detto...

Grazie Stefano, tanti cari auguri anche a te. Giovanna